Semi di Chia

Pensate:  in 100 grammi di questi semi sono presenti ben 20 grammi di omega 3, acidi grassi essenziali indispensabili per la salute e il benessere di cui si dice molto ricco il pesce. Nelle sardine, per dire, ne sono contenuti 4,08 grammi per 100 grammi. Parliamo dei semi di chia, un alimento di recente importazione con cui, in Europa, non abbiamo ancora moltissima confidenza. E, chi la ha, ca va sans dire, è perché segue un’alimentazione vegana e si dimostra particolarmente attento e ricettivo verso alimenti come questo straordinario seme di origine azteca, proveniente da una pianta floreale della famiglia delle lamiaceae: la Salvia Hispanica nativa del Messico e del Guatemala.




Che la stessa parola, Chia, in azteco, significhi forza, appare di per sé indicativo dei valori nutrizionali contenuti in questi semi, particolarmente ricchi anche di calcio. Avete presente quando vi rimbrottano che latte e formaggio fanno bene perché contengono molto calcio? Bene, i semi di chia ne contengono circa 5 volte in più rispetto al latte! Inoltre regalano un piacevole senso di sazietà e sono utili per chi desidera dimagrire: la loro natura idrofila li rende capaci di assorbire i liquidi fino a 10 volte il loro peso, proprietà, questa, che ne suggerisce l’uso come gelatina o addensante.

Vi abbiamo convinto a provarli? Non ancora? Scorriamo rapidamente, allora, i loro utilizzi in cucina, molto diversificati grazie a un sapore piuttosto neutro che ricorda quello della nocciola. Possono essere consumati sia crudi che tostati, aggiunti innanzitutto a insalate e macedonie. Apportano valore a impasti come pane, focacce, torte salate, ma anche alle polpette vegetali. A colazione sono ottimi su pane e marmellata, negli aperitivi sui crostini spalmati con crema di olive, di peperoni o di carciofi, a pranzo o cena in minestroni di verdura (soprattutto alla genovese!) e vellutate.

Fra le ricette più ghiotte, spicca naturalmente il pudding ai semi di chia e frutta fresca, una ricetta semplicissima che consiste nell’addensare purea di frutta fresca, semi di chia, bevanda di soia e dolcificante naturale. Dopo le necessarie ore di riposo per consentire ai semi di assorbire i liquidi, il vostro pudding sarà pronto per essere guarnito a piacere!